Monete: storia e curiosità

MoneteMonete d’oro e argento

Le monete d’oro  sono delle monete create ovviamente come dice il nome con questo metallo.

Il valore delle monete viene stabilito dalla percentuale di quanto oro puro è presente in esse.

Fra le monete d’oro  più comuni al giorno d’oggi esistono: la sterlina, il marengo, il Krugerrand (che sarebbe una moneta d’oro sudafricana) e il dollaro d’oro.

Monete in argento

L’Italia ha messo in circolazione per mezzo della zecca nazionale delle monete d’argento da 500 lire dal 1958 al 1967.

I tipi di monete che furono messi in circolazione erano tre, chiamati comunemente “Dante” , “Unità d’Italia” ed infine “Caravelle”.

Le 500 lire in argento, le “Caravelle”

Questo tipo di moneta venne messa in circolazione come detto in precedenza tra il 1958 e il 1967. Ha un busto di donna di uno stile simil rinascimentale con 19 emblemi araldici delle/della città capoluogo di quel periodo di un certo numero di regioni italiane (Liguria, Piemonte, Val d’Aosta, Lombardia, Trentino, Veneto, Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo, Puglia, Campania, Sardegna, Sicilia, Toscana, Basilicata, Calabria). In basso nella parte del dritto c’è la didascalia recante il nome dell’autore.
Nella parte del rovescio troviamo invece rappresentate tre caravelle sul mare intorno alla moneta c’è la scritta “Repvbblica Italiana”, nella parte bassa c’è il valore della moneta e il simbolo della zecca.

Questo tipo di moneta rimase in circolo fino a circa il 1967. Dopo il 1967 le monete sono state messe in circolazione solo per il circuito dei collezionisti.

Le 500 lire di argento del centenario dell’unità d’Italia

Nel 1961, come ricordo del centenario dell’unità d’Italia, venne messa in circolazione la moneta da 500 lire celebrativa avente le stesse specifiche tecniche della moneta da 500 lire raffigurante le Caravelle. Nonostante il fatto che questa moneta dovesse essere commemorativa del centenario dell’unità d’Italia venne poi messa in circolazione anche nel 1962 e nel 1963, a causa di questo le altre 500 lire in questi due anni  delle “Caravelle” non vennero messe in circolazione.

Nella parte del dritto c’è l’Italia raffigurata in forma umana. La mano destra della figura ha un ramo di ulivo, nella sinistra invece ha un elmo. È anche presente la scritta “Repvbblica Italiana” ed una stella,infine il nome dell’autore.

Nel lato rovescio c’è invece una biga coi cavalli al galoppo. Nella parte alta c’è la data 1861 e nella parte bassa  la data 1961, ed il valore col simbolo della zecca. Nel perimetro c’è la scritta in rilievo “1° Centenario Vnità D’Italia – 1861 – 1961”.

Le 500 lire di argento di Dante Alighieri

Nell’anno 1965, in commemorazione del settimo Centenario della nascita di Dante, venne messa in circolazione la moneta da 500 lire celebrante appunto questa ricorrenza avente le stesse specifiche tecniche della moneta da 500 lire raffigurante le Caravelle. Contrariamente alla moneta da 500 lire commemorativa del Centenario dell’Unità, la moneta in questione è stata diffusa contemporaneamente alla moneta delle “Caravelle”.

Nella del parte del dritto presenta un effigie di Dante. Attorno, lateralmente ad una stella c’è la scritta “Repubblica Italiana”. Nella parte di sotto ci sono le firme dell’incisore e anche del modellista.

Nella parte del rovescio c’è una metafora figurata della Divina Commedia, a destra è presente il simbolo della zecca, una scritta raffigurante il valore della moneta, e più sotto la data. Nel perimetro c’è la scritta in rilievo “7° Centenario Della Nascita Di Dante “.

Ricordiamo infine un’altra moneta d’argento questa volta non italiana è lAmerican Silver Eagle. Coniata dal 1986 ad oggi negli USA è una moneta da un dollaro con l’Aquila Americana da un lato e la raffigurazione in forma umana della Libertà nell’altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.